Sostanze naturali per la pulizia della casa

Si spendono molti soldi ogni mese per comprare detersivi o sostanze chimiche per la pulizia della propria abitazione, oltre a toccare il bilancio familiare in maniera importante, questi sono anche dannosi sull’organismo perché ne respiriamo i fumi, oppure perché ci provocano reazioni allergiche quando li tocchiamo per sbaglio (per esempio per un incidente domestico: del resto, sono cose che succedono!).chaos-227971_960_720

La realtà è che moltissimi degli spray e dei liquidi in commercio non fanno altro che portare a un livello superiore le caratteristiche di tre sostanze base che tutti quanti hanno in casa, prima o poi. Queste sono l’aceto di vino, il limone (il suo succo, per essere precisi) e la polvere di bicarbonato di sodio: naturali, non macchiano, non intossicano. Semplicemente agiscono più lentamente (se molto diluite) e quindi i produttori di detersivi hanno sintetizzato in laboratorio molecole più aggressive, per venire incontro ai bisogni di chi non ha molto tempo, che però fanno esattamente lo stesso lavoro di disinfettante, sciogligrasso, pulitore per vetri e chi più ne ha, più ne metta! Ecco alcuni degli usi di queste tre sostanze quando vengono combinate:

  • L’aceto di vino bianco è un antimuffa e un potente anticalcare. Può pulire anche il WC (a patto di essere stato fatto riscaldare in una pentola). Fondamentale è dare al liquido il tempo di agire: di solito almeno una decina di minuti, mentre si fa altro. Diluito in acqua calda, diventa un ottimo detergente per pavimenti in gres o ceramica.
  • Il bicarbonato, ridotto in pappetta proprio con l’aceto, serve a pulire fornelli, lavandini e piani cucina, specie dove lo sporco è molto ostinato. Usato negli scarichi, li disgorga (dopo aver versato un cucchiaio o due di polvere, andrà versato sopra dell’aceto: se si forma la schiuma è un buon segno. Bisogna far agire per trenta minuti o più).
  • Il succo di tre limoni può essere lasciato in forno, acceso per venti minuti, per pulire le sue pareti incrostate: sarà il vapore a fare l’effetto sgrassante. Acqua tiepida e succo puliranno invece il frigorifero.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *