Come scegliere le piante per la vostra casa

Terrazzo o giardino? Fiorite o sempreverdi? Nel momento in cui si entra in una casa nuova, la questione di cosa fare con gli spazi aperti, dove e se disponibili, prima o poi andrà affrontata. Spesso questo tipo di “arredamento nell’arredamento” crea tensioni fra coniugi, conviventi e anche semplicemente coinquilini, quindi è bene decidere a tavolino quali sono le proprie aspettative e quelle di tutti gli altri coinvolti. I bambini vorranno spazi dove sia possibile giocare; almeno uno dei genitori vorrà piante poco bisognose di manutenzione; qualcuno ne vorrà di resistenti al freddo; ovviamente c’è chi sogna l’albero, di ulivo o altro. Come mediare?

In caso di terrazzi e balconiimages-15

  • Non è infrequente vedere alberi in vaso come limoni, banani o piccoli ulivi anche su balconi alti: ma va considerata attentamente non solo la fatica da affrontare per farli arrivare a casa, ma anche i problemi di stabilità e di peso creati dai vasi, che possono davvero causare crepe nella struttura che li ospita. Consultarsi coi vicini di casa potrebbe essere una buona idea.
  • A proposito di vicini: nel dubbio, osservare quali sono i terrazzi più rigogliosi è un’ottima strategia “da copiare”. E presentarsi ai vicini per parlare di piante può essere una buona idea per farsi conoscere e fare amicizia.
  • Studiare attentamente l’esposizione solare: troppa luce può bruciare le piante, quando non c’è sempre qualcuno disponibile a curarle (le giornate sono frenetiche, ci si può dimenticare…). In questo caso la miglior scelta potrebbero essere delle piante grasse.

In caso di giardini

  • Il nuovo giardino è ben drenato o c’è del ristagno? Pozzanghere che non si riassorbono possono segnalare un problema, e far marcire tutte le piante che metterete a dimora.
  • Il tipo di terreno (marrone scuro? biancastro? giallognolo?) indica proprietà chimiche diverse. Queste a loro volta implicano che non tutte le piante saranno ugualmente adatte a essere ospitate nel giardino. Bisogna studiare anche questo!
  • Le piante più delicate vanno spostate all’interno nei mesi più freddi, oppure coperte con teli di plastica che le proteggano: considerare anche la fatica che si farà in casi come questi aiuterà a scegliere.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *